Polpette di topinambur e carote

Ciao! 😀
Per la prima volta in vita mia ho assaggiato questo tubero che la natura ci ha donato e che io (ma perché??) ho sempre rifiutato.
Dato che quest’anno ho deciso che deve essere per me l’anno della svolta, ho anche deciso che, da quest’anno, devo provare alimenti che mai ho mangiato, vuoi per ribrezzo infantile, vuoi per pigrizia, vuoi perché a me sconosciuti.
Ed ecco una mia prima (prima perché mi sono piaciuti molto 😐 e quindi da oggi non mancheranno più) ricetta con ingrediente base il topinambur e le carote.
Semplicissima da fare e gustosissima! Ma lo sapevi che il topinambur ha vagamente il profumo del carciofo?? Beh! Se non sei stupido/a come me che hai aspettato 40 anni per assaggiarlo, lo saprai eccome!!! Sgrunt!

02

01 03

Ingredienti (per circa 12 polpette)
500 g di topinambur
150 g di carote
50 g di cipolla
4 noci
rosmarino
1 pizzico di peperoncino
1-2 cucchiai di pangrattato
20 g di farina
40 ml di olio evo
sale e pepe

Preparazione
Lava accuratamente i topinambur sotto l’acqua, strofinandoli bene per togliere tutta la terra residua. Grattugiali ora con una grattugia a fori grandi e ponili in un’insalatiera. Fai lo stesso con le carote (prima leva la parte esterna se troppo sporca) e uniscile al topinambur. Ora trita le noci insieme alla cipolla e al rosmarino, fino ad ottenere un composto molto fine e aggiungilo alle verdure. Regola di sale e pepe e aggiungi il pizzico di peperoncino. Unisci metà dell’olio e mescola bene, quindi unisci il pangrattato e continua a mescolare, ora con le mani, unendo anche la farina. Impasta con le mani fino a che il composto non si sia ben amalgamato. E adesso arriva la parte più divertente: formare le polpette!!! 😆 Con le mani, preleva una porzione dell’impasto e forma delle palline, schiacciale leggermente e appoggiale man mano su una teglia rivestita da carta da forno.
04

Quando avrai terminato il composto scalda il restante olio e falle friggere su entrambi i lati fino a che le superfici non siano belle dorate. Servile belle calde. Io le ho accompagnate con delle radici amare cucinate secondo la ricetta di Felicia, che ringrazio pubblicamente perché anche le radici mi rifiutavo di mangiarle per la loro amarezza, ma grazie a questa ricetta sono riuscita ad apprezzarle moltissimo! 😀
Mangia!

Tagliatelle in salsa di avocado

Ciao,
questa è una ricetta che pensavo di avere postato e invece no 🙄 
Quindi eccola qui, semplice, veloce da fare (a parte farsi le tagliatelle eheheh) e soprattutto gustosa. Sì non è propriamente di stagione, ma a me piace lo stesso 😉

DSC_3929_bis
DSC_3931_bis

Ingredienti
300 g di tagliatelle fatte in casa
1 avocado
2 pomodorini ciliegia
1/2 cipolla rossa
il succo di 1/2 limone
sale e pepe
olio evo
100 ml di panna vegan

Preparazione
Apri per prima cosa l’avocado tagliandolo nel verso della lunghezza. Con un cucchiaio preleva tutta la polpa e mettila velocemente nel frullatore insieme al succo del limone (velocemente perché l’avocado si ossida in fretta e diventa scuro ;-)), il sale, abbondante pepe e la panna. Frulla fino ad ottenere una salsa compatta e molto cremosa.
DSC_3928_bis
Fai cuocere le tagliatelle e a cottura ultimata falle saltare nella salsa aggiungendo gli ingredienti mancanti: la cipolla e i pomodorini, tagliati a metà.
Aggiusta di sale e pepe se necessario e buon appetito!
Mangia!

Ragù di seitan

Ciao amica/o,
stasera ho cucinato facile :-D, ma direi che la pasta al ragù rimane sempre il mio piatto preferito, un po’ perché è buono, ma soprattutto perché mi fa tornare alla memoria le domeniche passate in famiglia. Certo, ora non è più il “classico” ragù di carne, è di seitan 😉

03 04 02 01

Ingredienti
300 g di seitan (home made è meglio)
1 confezione di salsa di pomodoro
olio evo
trito misto di verdure (cipolla, carote, sedano)
2-3 foglie di alloro
1 pizzico di zucchero
sale

Preparazione
Macina il seitan. In una padella fai soffriggere in olio il trito di verdure e, quando la cipolla sarà diventata trasparente, aggiungi il macinato di seitan e lascialo rosolare qualche minuto.
Aggiungi la passata di pomodoro, l’alloro e un pizzico di zucchero (serve per togliere l’acidità del pomodoro). Lascia cuocere a fuoco lento per 30 minuti. Aggiusta di sale se necessario.
Io stasera me lo sono goduto con delle fettuccine, ma tu puoi usare il formato di pasta che più ti piace 🙂
Mangia!

Tortiglioni alle zucchine e curcuma

Ciao amico/a, oggi ho pensato a qualcosa di semplice semplice.
Non tutti hanno voglia di stare ai fornelli per ore e allora ecco una ricetta veloce che può venir bene nei giorni out.

Immagine

Ingredienti (per 2 persone)
200 gr di tortiglioni
1 cipolla rossa
6 zucchine (quelle piccole chiare)
1 cucchiaino di curcuma
olio extravergine d’oliva
sale
2-3 cucchiai di panna vegan

Preparazione
In una pentola fai bollire dell’acqua salate.
Intanto monda le zucchine e taglia finemente la cipolla. Fai soffriggere la cipolla in una padella e quando si è ben dorata aggiungi le zucchine, che nel frattempo avrai tagliato come più ti piace (io in questo caso le ho tagliate a julienne).
Falle solo ammorbidire un po’, devono mantenere il loro bel colore verde.
Prima di spegnere il fuoco aggiusta di sale e aggiungi il cucchiaino di curcuma e mescola bene.
Fai cuocere la pasta nell’acqua salate e bollente e quando è cotta, scolala e falla saltare nelle zucchine. Aggiungi qualche cucchiaio di panna vegan e il gioco è fatto.
Mangia! 😀

TEMPEH PICCATA

Questo tempeh saltato in padella è davvero una cena perfetta e davvero una sorpresa!
Non avevo mai mangiato il tempeh in vita mia (ebbene sì), ma devo dire che mi ero persa un prodotto davvero fantastico! Delicatissimo e morbidissimo, è un sostituto della carne molto proteico.
Guarnendo poi il tutto con il prezzemolo tritato (cosa che in foto non c’è) si aggiunge una grinta in più alla saporita salsa di limone e capperi, dandogli pure una bellissima presentazione cromatica.

Ingredienti (per 4 persone)
– 450 g di tempeh
– 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva, da dividere
– 1 cipolla tritata
– 2 spicchi d’aglio tritato
– sale marino
– pepe fresco in grani
– 1 tazza di brodo vegetale
– 1 cucchiaio di amido di mais
– 2 cucchiai di acqua
– 3 cucchiai di succo di limone
– 2 cucchiai di capperi lavati dal sale
– 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato

Preparazione
Taglia il tempeh della forma che vuoi (io l’ho fatto a triangoli, mi piaceva così :D) e fallo cuocere a vapore per 20 minuti. Questo passaggio è molto utile perché la cottura al vapore toglie al tempeh la sua amarezza.
In una padella antiaderente scalda 2 cucchiai di olio e fai rosolare il tempeh su entrambi i lati per almeno 5 minuti o fino a quando è ben dorato.
In un’altra padella nel frattempo scalda i restanti 2 cucchiai di olio e fai ammorbidire la cipolla. Aggiungici l’aglio e aggiusta di sale e pepe.
Molto lentamente e con cautela aggiungi il brodo vegetale e mantieni il fuoco medio alto per far si che la salsa mantenga il bollore.
Unisci salsa e tempeh insieme e aggiungi i capperi. Continua a far cuocere, mentre nel frattempo unisci l’amido di mais con l’acqua. Inseriscilo piano piano al resto. Unisci il succo di limone e fai addensare.
Aggiungi il prezzemolo tritato e servi. Bon appétit

Con questa ricetta SALATA partecipo al contest Felici e Curiosi diRavanello Curioso e Le delizie di Feli

Felici e curiosi