Ravioli di indivia con salsa di porri

Ciao,
che giornata vero? La primavera è saltata e stiamo passando direttamente all’estate 🙂
Questo mi fa venir voglia di cucinare e soprattutto impastare. Così ti ho preparato una ricetta molto delicata e gustosa allo stesso tempo.
I ravioli sono stati fatti a mano senza l’uso dello stampo perché li volevo un po’ più grossi, ma se tu preferisci puoi farli della forma e dimensioni che più ti piace 😉
Spero ti piacciano…a me sono piaciuti un sacco!

08

Ingredienti
PER LA PASTA DEI RAVIOLI:
400 g di farina di semola di grano duro
200 ml di acqua calda
6 g di sale

PER IL RIPIENO DEI RAVIOLI:
4 piccoli cespi di indivia
1 cipolla
1-2 cucchiai di salsa soyu
200-300 g di vegricotta
lievito alimentare
noce moscata

PER IL CONDIMENTO:
2-3 porri
1 cipolla
margarina
olio evo
sale e pepe

Questo slideshow richiede JavaScript.

Preparazione
Per prima cosa pulisci l’indivia, sbollentala un pochino e tagliala con qualche colpo di coltello. Prendi ora una padella e ripassa l’indivia con un soffritto di cipolla e i cucchiai di salsa di soyu. Lasciala raffreddare e poi amalgamala, in una ciotola, con la vegricotta, 2 cucchiai di lievito alimentare e un po’ di noce moscata.
Prepara ora la pasta lavorando la farina con l’acqua e il sale. Lavorala bene per almeno 10 minuti e poi avvolgila nella pellicola e lasciala riposare per almeno 1/2 ora.
Prendi la pasta e stendila con il mattarello per formare una sfoglia non troppo sottile. Dividila in due parti. Distribuisci su una il ripieno, formando tanti mucchietti equidistanti, ricopri con l’altra, schiaccia bene i bordi e poi taglia i ravioli con l’apposito attrezzo a rotella.
Metti a bollire una pentola d’acqua e intanto in una padella soffriggi i porri, tagliati a rondelle, con margarina e olio. Sala l’acqua e cuoci i ravioli per pochi minuti. Scolali e falli saltare nella salsa di porri, insaporendoli all’ultimo con un po’ di lievito alimentare e un po’ di pepe.
Mangia!

Colgo l’occasione per ringraziare Betty per avermi regalato un bellissimo riconoscimento, quello suo personale. Grazie Betty sei un tesoro!!!

chef5

N.B.: Ora mi trovi anche su Facebook o su Twitter   

Casonsei imbarazzati

Ciao!
Essendo io di origini bergamasche non potevo esimerli dal fare la ricetta tipica della mia zona.
Un po’ rivisti effettivamente 😀 (ma li farò anche originali vedrai ;-)).
Per la ricetta ho preso spunto da Laboratorio Veg, cambiando solo un po’ il ripieno. Quindi grazie Samantha :razz:.

03
04 01 05 02

Ingredienti (per circa 100 casonsei)
500 g di farina di semola di grano duro
300-400 g di barbabietola cotta
60-80 ml di acqua
800 g di erbe miste (spinaci, bietola, cicoria)
la mollica di 4-5 fette di pane (meglio a pagnotta)
brodo vegetale
6 cucchiai di pangrattato
sale
pepe
noce moscata
1 uovo vegetale (fatto da 2 cucchiai di lecitina di soia, 6 cucchiai di acqua, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva)

Preparazione
Frulla la barbabietola con pochissima acqua fino a che non ottieni una bella crema rossa :-D.
In una ciotola unisci la barbabietola, la farina e l’uovo e incomincia a mischiare con un cucchiaio o una spatola. Aggiungi l’acqua, se necessario, quindi aggiungila poco alla volta ;-). Continua impastando a mano. Devi ottenere un impasto ben compatto e non appiccicoso. Coprilo e fallo riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Nel frattempo prepara il ripieno. Fai cuocere a vapore le erbe e strizzale il più possibile. Mettile nel frullatore e unisci la mollica bagnata nel brodo e fai frullare bene. Metti il composto in una ciotola e aggiungi i restanti ingredienti: sale, pepe, abbondante noce moscata e il pangrattato.
Passata l’ora prendi la pasta e, prelevandone dei piccoli pezzi alla volta, stendila col mattarello. Non dovrà essere né troppo spessa né troppo sottile (altrimenti in cottura si romperebbero), diciamo 1 mm e 1/2 (o almeno credo 😐). Prendi un tagliapasta del Ø di 6-7 cm e ricava dalla sfoglia tanti dischetti. Nel mezzo di ognuno di loro metti (la quantità di mezzo cucchiaino) il ripieno e chiudi i dischetti a mezza luna, avendo cura di schiacciare bene i bordi. Continua così fino al termine della pasta o del ripieno.
Io li ho conditi con olio, salvia e un po’ di cipolla 😉10

11 12

Mangia!

Lasagne con ripieno green

Ciao 😀
Passate bene le festività? Io sì, sono stata proprio bene e ho anche prodotto.
Questa  ricetta infatti, è di una delle portate preparate ieri. Mooolto buone, te le consiglio 😉

DSC_4534-2
DSC_4536-2 DSC_4534-3

Ingredienti (per 8-10 porzioni circa)
450 g circa di lasagne vegan (senza uovo)
500 g circa di spinaci congelate, lasciate scongelare e scolate
450 g circa di tofu vellutato o veg-ricotta
1 cucchiaio di zucchero semolato (facoltativo)
1/4 tazza di latte di soia
1/2 cucchiaino di aglio in polvere
noce moscata
succo di 1/2 limone
1 cucchiaino di sale
4-6 (da 980 a 1500 g) tazze di salsa di pomodoro

Preparazione
Preriscalda il forno a 180°C.
Cuoci le lasagne secondo l’indicazione della confezione, oppure falle fresche come ho fatto io. Spremi l’acqua degli spinaci il più possibile e metti da parte (se utilizzi spinaci fresche falle sbollentare prima). Metti il tofu, lo zucchero, il latte, l’aglio, il succo di limone e il sale nel frullatore e frulla fino a che non ottieni un composto liscio. Il tofu dovrà essere cremoso, ma dovrà anche mantenere un po’ di corpo. Ora trasferisci tutto, spinaci e tofu, in una ciotola capiente e mescola bene. Aggiusta di sale e noce moscata se necessario.
A questo punto prendi la teglia e copri il fondo con un sottile strato di salsa di pomodoro, poi metti uno strato di pasta e poi uno di spinaci. Continua così fino a esaurimento ingredienti, ultimando con uno strato di pasta coperta sa uno strato leggero di salsa di pomodoro (per darle colore). Cuoci per 40-45 minuti, i primi 30 tieni la teglia coperta con carta di alluminio e termina la cottura scoprendo le lasagne per far formare la cosiddetta crosta.
Mangia!

Purè di patate

Buongiorno!
Questa naturalmente è una ricetta semplicissima, probabilmente nemmeno necessaria, ma chissà, qualcuno potrebbe ancora pensare che un vegan il purè non lo può più mangiare :-).

Ingredienti
patate
latte di soia q.b.
1 cucchiaio scarso di margarina vegan o olio evo
noce moscata
sale

Preparazione
Per prima cosa devi far bollire le patate. Usa la pentola a pressione, farai prima! 😉
Quando le patate saranno cotte schiacciale privandole della buccia e raccoglile in una padella, aggiungi la margarina, la noce moscata e aggiusta di sale. Incomincia a cuocere il purè mescolando bene e aggiungi poco alla volta un po’ di latte fino ad ottenere la consistenza che più ti piace (a me per esempio piace molto compatto, quindi ho aggiunto poco latte).
Mangia! 😀