GNOCCHI ALLE TACCOLE

Ciao,
oggi dopo una notte tempestosa (nel vero senso della parola), c’è un fantastico sole e seppure l’aria è molto fredda, oggi, sembra davvero primavera e allora perché non prepararti una gustosa ricetta a base di un prodotto stagionale come le taccole?
Come saprai (forse l’ho già detto troppe volte, ma è bene, soprattutto per me, ricordarlo), quest’anno il mio proposito è quello di assaggiare alimenti che non avevo mai, dico mai mangiato prima a d’ora.
E le taccole, ahimè! sono uno di quelli.
Come ho descritto in un precedente post, le taccole sono molto squisite e posso anche affermare che le preferisco ai soliti fagiolini, che a volte risultano un po’ duretti e filamentosi.
Premetto che si possono fare con qualsiasi cosa (io questa ricetta l’ho preparata anche con un mix di riso, miglio e grano saraceno ed è venuta una meraviglia). Oggi te la propongo con gli gnocchi di patate.

05

Ingredienti
PER GLI GNOCCHI:
Patate rosse (la quantità è un optional)
Farina

PER IL CONTORNO:
1 confezione di taccole
10 pomodorini ciliegia
1 manciata di pinoli
1 scalogno
olio evo
sale

Questo slideshow richiede JavaScript.

Preparazione
Per prima cosa devi preparare gli gnocchi  . Lava bene le patate senza sbucciarle e falle lessare nella pentola a pressione. Quando le patate sono cotte schiacciale ancora calde e ponile in una ciotola. Aggiungi la farina poco alla volta fino a quando non otterrai un impasto morbido, ma compatto e non appiccicoso.
Ora preleva delle piccole porzioni e forma dei salsicciotti che taglierai in piccoli pezzi di circa 2-3 cm (a me non piacciono troppo piccoli, quindi vedi tu).
Ora metti l’acqua a bollire.
Nel frattempo prepara il sugo. Monda le taccole e lavale bene e falle cuocere a vapore per qualche minuto, intere.
In una padella fai soffriggere lo scalogno, finemente tritato, in un po’ di olio e aggiungi i pomodorini tagliati a metà. Aggiungi i pinoli e fai cuocere a fuoco vivo. Prendi ora le taccole e tagliale in piccole porzioni e aggiungile ai pomodorini. Aggiusta di sale e porta a cottura. Le taccole non vanno cotte moltissimo, devono rimanere ancora un po’ croccanti, ma se preferisci una consistenza più morbida non devi far altro che prolungare di qualche minuto la cottura e il gioco è fatto.
Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore salala e fai cuocere gli gnocchi, che saranno pronti quando ritorneranno a galla.
A questo punto scolali e falli saltare nel sugo per un minutino e…Mangia!

chef5

N.B.: Ora mi trovi anche su Facebook o su Twitter  

 

Annunci

Torta salata integrale

Ciaooo!
Ti ho abbandonato da un sacco di tempo e me ne scuso. Il lavoro mi ha impegnato mattina, pomeriggio e sì, anche sera… e non ero nella condizione di realizzare piatti nuovi e fotografarli di notte! 😀
Ma per perdonarmi ti propongo questa torta salata fatta con farina integrale, macinata da un molino a pochi km di distanza da me (quasi km zero) e (almeno così sembra) molto genuina.
Solitamente utilizzo una pasta brisè confezionata, ma questa volta ho voluto provare a fare la classica pasta che si usa in Liguria per fare un po’ tutte le torte salate, chiamata anche “Pasta Matta” credo perché non utilizza lievitanti né margarine e burri, bensì solo acqua e olio evo e un pizzico di sale.
Potrai utilizzare qualsiasi tipo di farina (la classica è fatta con farina “00”), io l’ho provata con quella integrale.
Colgo poi l’occasione per fare gli auguri a tutti i papà, compreso il mio, a cui voglio un gran bene 😀

05
06 02 01 04

Ingredienti
PER LA SFOGLIA:
400 g di farina integrale
4-5 cucchiai di olio evo
2 pizzichi di sale
acqua q.b.
PER IL RIPIENO:
2 peperoni gialli
1 cestino di pomodorini ciliegia
1/2 confezione di formaggio vegan (a scelta)
1 cipolla piccola
olio evo
olive nere snocciolate
capperi
rosmarino
origano
sale
lievito alimentare
pane grattuggiato

03

Preparazione
Per prima cosa accendi il forno e preriscaldalo a 220°C. Su una spianatoia versa la farina e formane un cratere al centro dove aggiungere l’olio e il sale. Incomincia a mescolare gli ingredienti aggiungendo l’acqua poco alla volta, fino ad ottenere un impasto morbido e compatto, tipo quello del pane, ma un po’ più morbido. Con la farina integrale ci vorrà un po’ più di acqua ;-). Formane una palla e ponila in una ciotola coperta con un panno umido.
Ora prendi le verdure e mondale bene e taglia i peperoni a piccoli cubetti e i pomodorini a 4 spicchi. Prendi la cipolla, tritala finemente e fanne un soffritto con un po’ d’olio e quando si sarà un po’ ammorbidita aggiungi le verdure. Aggiungi un po’ di acqua se necessario. Prendi le olive (la quantità è a scelta, io ne ho usate una decina) e tagliale a rondelle e aggiungile al ripieno, idem con i capperi (senza tagliarli però 😉 ).
Porta a cottura tutto e lascia intiepidire. Metti il ripieno in una ciotola, aggiungi il formaggio tagliato a cubetti, le spezie, il lievito alimentare e il pane grattato. Riprendi la pasta e stendila con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile.
Poni la sfoglia in una teglia unta e riempila con il ripieno. Piega i bordi verso il centro della torta e per finire ungi la pasta con un po’ d’olio. Inforna per 20 minuti circa o fino a che non incomincia a dorarsi la crosta.
Mangia!

Con questa ricetta partecipo al Menù “Buona Pasqua Vegan”

Conchiglie alle melanzane e pomodorini

Nostalgia dell’estate? Sì moltissima.
Per questo ho pensato di farmi un piatto non proprio stagionale 😛
Le melanzane le adoro, le metterei ovunque (beh…forse non ovunque 😐), quindi perché non farmi un buon piatto a base di solenacee? Ed eccole qua.

02
01 03 04

Ingredienti
200 g di conchiglie
1 melanzana medio grande
10 pomodorini ciliegia
uno scalogno
olio evo
5-6 olive nere snocciolate
1 cucchiaio di salsa di pomodoro
sale

Preparazione
Fai cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo monda la melanzana e tagliala a dadini e i pomodorini in 4 spicchi. Fai soffriggere lo scalogno (finemente tritato) in un po’ d’olio e aggiungi le melanzane. Falle cuocere da sole per qualche minuto (aggiungi un po’ d’acqua se tendono ad attaccare), poi aggiungi anche i pomodorini, le olive tagliate a rondelle e la salsa di pomodoro. Fai cuocere a fuoco medio fino a cottura della melanzana. Aggiusta di sale e quando la pasta è cotta, scolala e falla saltare nel sugo.
Mangia!

Tagliatelle in salsa di avocado

Ciao,
questa è una ricetta che pensavo di avere postato e invece no 🙄 
Quindi eccola qui, semplice, veloce da fare (a parte farsi le tagliatelle eheheh) e soprattutto gustosa. Sì non è propriamente di stagione, ma a me piace lo stesso 😉

DSC_3929_bis
DSC_3931_bis

Ingredienti
300 g di tagliatelle fatte in casa
1 avocado
2 pomodorini ciliegia
1/2 cipolla rossa
il succo di 1/2 limone
sale e pepe
olio evo
100 ml di panna vegan

Preparazione
Apri per prima cosa l’avocado tagliandolo nel verso della lunghezza. Con un cucchiaio preleva tutta la polpa e mettila velocemente nel frullatore insieme al succo del limone (velocemente perché l’avocado si ossida in fretta e diventa scuro ;-)), il sale, abbondante pepe e la panna. Frulla fino ad ottenere una salsa compatta e molto cremosa.
DSC_3928_bis
Fai cuocere le tagliatelle e a cottura ultimata falle saltare nella salsa aggiungendo gli ingredienti mancanti: la cipolla e i pomodorini, tagliati a metà.
Aggiusta di sale e pepe se necessario e buon appetito!
Mangia!