Risotto di zucca

Buongiorno!
Oggi ti propongo questo risotto. Ho una marea di zucca in frigo e in qualche modo la devo mangiare. Dato che la zucca, come ben sai se mi segui, ho iniziato a mangiarla da poco con la ricetta degli gnocchi, riempirmi la casa di gnocchi non era ragionevole. Una sera da amici (Dani questa la dedico a te 😉 ) mi è stato offerto un buonissimo risotto di zucca. Non lo avevo mai mangiato e l’ho trovato molto delizioso.
E veniamo a noi 😀

06
01020405

Ingredienti
240 g di riso (meglio se arborio o carnarolio)
200-300 g di zucca
olio evo
1 scalogno
salsa si soia soyu
rosmarino
brodo vegetale
lievito alimentare (opzionale)

Preparazione
Per prima cosa devi pulire la zucca. Devi togliere la buccia e tutti i semi, poi tagliala a cubetti piccoli. In una padella fai rosolare lo scalogno finemente tritato e quando si sarà ammorbidito aggiungi la zucca. Falla rosolare per qualche minuto e aggiungi un cucchiaio di salsa soyu e una manciata di rosmarino. Prima di aggiungere il riso prendi un mixer ad immersione e frulla una piccola parte della zucca. Ora aggiungi il riso e ricoprilo di brodo vegetale ben caldo. Mescola bene, abbassa la fiamma e copri con il coperchio. Ogni tanto controlla che non si asciughi troppo e nel caso aggiungi un po’ di brodo (sempre caldo), mescola lentamente e ricopri. Continua così fino a fine cottura. Se preferisci alla fine puoi aggiungere 1-2 cucchiai  di lievito alimentare, ma non servirebbe, la mantecatura viene benissimo anche senza 😉
Mangia!

07

Con questa ricetta partecipo al menù Buona Pasqua Vegan

300. Buona Pasqua Vegan

Annunci

Polpettone di borlotti e seitan

Ciao!
Questa è una grande ricetta e devo ringraziare Federica Gif di Mipiacemifabene perché ho preso la sua e me la sono tagliata un po’ su misura. Grazie Fede per la bella ideona, io non avrei mai pensato di utilizzare i borlotti in questo modo 😉
Tra l’altro i fagioli a me non piacciono moltissimo e devo trovare sempre qualche metodo nuovo per mangiarli che non sia la solita zuppa di legumi o l’insalatona invernale! Per cui questa ricetta fa al caso mio. Io ho variato inserendo anche un po’ di seitan, del miso e della curcuma, per il resto è tale e quale a quella di Fede (non me ne volere 🙂 ).

01
02 03 04 05

Ingredienti
480 g di borlotti (io per comodità ho utilizzato quelli in scatola)
250 g circa di seitan autoprodotto
2 carote
150 g di spinaci puliti
1 foglia di alloro
1 cipolla
1 costa di sedano
1 spicchio di aglio
rosmarino qb
1/2 cucchiaino di curry
1/2 cucchiaino di curcuma
1 cucchiano di miso medio bruno
2 cucchiai di salsa di soia
4 cucchiai di olio evo
noce moscata
1/2 limone
4 cucchiai di pangrattato
sale marino integrale
pepe

Preparazione
Per prima cosa preriscalda il forno a 200°C. Ora prendi i borlotti e frullali con un mixer ad immersione e non preoccuparti di rendere il tutto in poltiglia :-).
Prendi il seitan e tritalo, dopodiché uniscilo ai borlotti. Ora, in una padella soffriggi, per qualche minuto, la cipolla, il sedano (tagliati finemente), l’aglio intero e la salsa di soia, insieme al rosmarino e la foglia di alloro. Unisci il soffritto al composto precedentemente frullato. In una padella fai cuocere a vapore le due carote (ben pulite e intere) e le spinaci, avendo l’accortezza di lasciare le carote ancore belle croccanti. Metti la verdura da parte. Riprendi il composto e aggiungi il miso, il pangrattato, il curry, la curcuma, il pepe, la noce moscata, il sale e l’olio. Mescola o impasta con le mani fino ad amalgamare il tutto. Ora prendi uno stampo per plumcake, ungilo e ricoprilo con del pangrattato. Disponi il composto facendo in modo che tutti i lati dello stampo siano coperti, lasciando solo una piccola scanalatura centrale nel senso della lunghezza della stampo. In quello spazio poni uno strato di spinaci (che avrai condito con un po’ d’olio, sale e limone), poi le due carote, una di seguito all’altra e poi ancora uno strato di spinaci. Finisci chiudendo il polpettone con il composto rimanente, avendo cura di pressarlo per fare in modo che i lati aderiscano bene con l’ultimo strato messo. Spolvera la superficie con del pangrattato e finisci con un po’ d’olio. Inforna per 40 minuti. Prima di sformare il polpettone fallo intiepidire. Puoi accompagnarlo con quello che vuoi, io l’ho portato in tavola con un sugo di piselli semplicissimo.
La ricetta è perfetta se ami il gusto etnico, il curry gli da un sapore così orientale!
Mangia!

Polpette di topinambur e carote

Ciao! 😀
Per la prima volta in vita mia ho assaggiato questo tubero che la natura ci ha donato e che io (ma perché??) ho sempre rifiutato.
Dato che quest’anno ho deciso che deve essere per me l’anno della svolta, ho anche deciso che, da quest’anno, devo provare alimenti che mai ho mangiato, vuoi per ribrezzo infantile, vuoi per pigrizia, vuoi perché a me sconosciuti.
Ed ecco una mia prima (prima perché mi sono piaciuti molto 😐 e quindi da oggi non mancheranno più) ricetta con ingrediente base il topinambur e le carote.
Semplicissima da fare e gustosissima! Ma lo sapevi che il topinambur ha vagamente il profumo del carciofo?? Beh! Se non sei stupido/a come me che hai aspettato 40 anni per assaggiarlo, lo saprai eccome!!! Sgrunt!

02

01 03

Ingredienti (per circa 12 polpette)
500 g di topinambur
150 g di carote
50 g di cipolla
4 noci
rosmarino
1 pizzico di peperoncino
1-2 cucchiai di pangrattato
20 g di farina
40 ml di olio evo
sale e pepe

Preparazione
Lava accuratamente i topinambur sotto l’acqua, strofinandoli bene per togliere tutta la terra residua. Grattugiali ora con una grattugia a fori grandi e ponili in un’insalatiera. Fai lo stesso con le carote (prima leva la parte esterna se troppo sporca) e uniscile al topinambur. Ora trita le noci insieme alla cipolla e al rosmarino, fino ad ottenere un composto molto fine e aggiungilo alle verdure. Regola di sale e pepe e aggiungi il pizzico di peperoncino. Unisci metà dell’olio e mescola bene, quindi unisci il pangrattato e continua a mescolare, ora con le mani, unendo anche la farina. Impasta con le mani fino a che il composto non si sia ben amalgamato. E adesso arriva la parte più divertente: formare le polpette!!! 😆 Con le mani, preleva una porzione dell’impasto e forma delle palline, schiacciale leggermente e appoggiale man mano su una teglia rivestita da carta da forno.
04

Quando avrai terminato il composto scalda il restante olio e falle friggere su entrambi i lati fino a che le superfici non siano belle dorate. Servile belle calde. Io le ho accompagnate con delle radici amare cucinate secondo la ricetta di Felicia, che ringrazio pubblicamente perché anche le radici mi rifiutavo di mangiarle per la loro amarezza, ma grazie a questa ricetta sono riuscita ad apprezzarle moltissimo! 😀
Mangia!

Polenta con bocconcini di seitan e funghi

Stasera mi è venuta una gran voglia di polenta, così ho pensato di realizzare questo gustosissimo piatto che ti consiglio vivamente di provare, perchè credimi, mi sono scioccata pure io da quanto era buono! 😀


    

Ingredienti
POLENTA
250 g di farina di mais bramata
1 l di acqua
sale
SEITAN
400 g di seitan naturale
olio evo
rosmarino
salsa soyu
sale
FUNGHI
1 kg di funghi a scelta
olio evo
2 spicchi d’aglio
sale
prezzemlo

Preparazione
POLENTA
In un paiolo (o se non ce l’hai in una padella normale) fai scaldare l’acqua salata e aspetta il bollore. Quando bolle aggiungi a pioggia la farina e, aiutandoti con una frusta, continua a mescolarla per evitare che si formino i grumi. Quando la farina ha assorbito bene l’acqua abbandona la frusta ed impugna il cucchiaio e armati di muscoli e pazienza e continua a girare la polenta fino a che la crosta che ti si formerà sulle pareti non si stacca. A quel punto la polenta è pronta per essere rovesciala sul tagliere (rigorosamente di legno!). Questa è la fase più delicata di tutte perché, se la polenta l’hai lasciata troppo “molla” (hai messo troppa acqua) preparati a buttare tovaglia e tutto ciò che stava vicino al tagliere perché avrai polenta dappertutto eheheh… :mrgreen:
Il trucco sta nel sentire la consistenza della polenta quando sta assorbendo l’acqua: non dovrai fare troppa fatica nel girarla, ma nemmeno dovrà sembrarti di girare una minestra 😯
SEITAN
Taglia in modo grossolano il seitan e mettilo 5 minuti in una ciotola con qualche cucchiaio di salsa soyu. Versa tutto in una padella con dell’olio evo e fai rosolare bene per qualche minuto, aggiungi del rosmarino e aggiusta di sale se necessario.
FUNGHI
In un’altra padella fai soffriggere l’aglio e, prima che diventi troppo dorato, aggiungi i funghi. Lasciali cuocere nella loro acqua a fuoco moderato e coperti di modo che non si asciughino troppo. Se necessario aggiungi ancora un goccio d’olio o se preferisci dell’acqua. Aggiusta di sale e alla fine della cottura aggiungi abbondante prezzemolo. Mangia!

Bruschette al pomodoro

Un modo più saporito per fare queste classiche bruschette 🙂


        

Ingredienti
1 baguette
pomodorini ciliegia
aglio
olio evo
rosmarino
sale

Preparazione
Taglia, in sbieco, la baguette, a fette spesse 2-3 cm.
Monda i pomodorini e tagliali a piccoli dadini. Condiscili con olio evo, rosmarino, aglio e sale, mescola bene e metti da parte.
In una padella antiaderente metti un po’ d’olio e quando questo sarà bello caldo aggiungi le fette di pane. Falle dorare bene su entrambe le parti e poi sistemale su un piatto da portata. Ora sopra ogni fetta aggiungi 1-2 cucchiai di pomodorini e il gioco è fatto! 😀
Mangia!