Torta di zucca, zucchine e ricotta

Eccomi qua,
un nuovo giorno “quasi primannale” (più autunnale che primaverile 🙂 ) e una ricetta che si fa in un battibaleno giusto perché con sto tempo gran voglia di sforzarsi non ce n’è…
Allora, zucca, zucchine e vegricotta sono gli ingredienti base per il ripieno, pasta Matta fatta in casa come sfoglia. Ti auguro buona lettura 😉

08

Ingredienti
Per la pasta Matta:
120 g di farina integrale e 120 g di farina di tipo 0
3 cucchiai di olio evo
2 pizzichi di sale
acqua q.b.
Per il ripieno:
300 g di zucca
2 zucchine di dimensioni medie
1 vegricotta (non l’ho mai pesata in realtà, quindi diciamo il risultato di 1 litro di latte ok?)
pangrattato
lievito alimentare
salsa di soia
rosmarino
olio evo
sale
1 scalogno

Questo slideshow richiede JavaScript.

Preparazione
Per prima cosa accendi il forno e preriscaldalo a 220°C. Su una spianatoia versa la farina e formane un cratere al centro dove aggiungere l’olio e il sale. Incomincia a mescolare gli ingredienti aggiungendo l’acqua poco alla volta, fino ad ottenere un impasto morbido e compatto, tipo quello del pane, ma un po’ più morbido. Formane una palla e ponila in una ciotola coperta con un panno umido e lasciala riposare.
Intanto prepara il ripieno. Monda le verdure e tagliale a cubetti, non troppo grossi. In una padella fai soffriggere lo scalogno, finemente tritato in un po’ d’olio e aggiungi la verdura. Fai insaporire qualche minuto e poi aggiungi il rosmarino, 1-2 cucchiai di salsa di soia e porta a cottura. Aggiusta di sale solo alla fine (non dovrebbe servire perché la salsa di soia è già molto saporita e io di solito la metto per evitare di salare molto i miei ripieni e poi…gli da quel saporino!…ummm mi viene fame solo a pensarci 😀 ). Dov’ero rimasta? Ah sì…porta a cottura. Ora fai intiepidire un po’ le verdure. quando si saranno un po’ raffreddate travasale in una ciotola, aggiungi la vegricotta, il pangrattato e il lievito alimentare e mescola bene fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.
Ora riprendi la pasta e con un mattarello ricavane una sfoglia bella sottile. Ponila in una teglia unta con un po’ d’olio e riempila col ripieno (riempila col ripieno…ahahah…se no che si chiama a fare R I P I E N O??). Fai cuocere in forno per circa 20 minuti o fino a che non incomincia a dorarsi la crosta.
Mangia!

Risotto di zucca

Buongiorno!
Oggi ti propongo questo risotto. Ho una marea di zucca in frigo e in qualche modo la devo mangiare. Dato che la zucca, come ben sai se mi segui, ho iniziato a mangiarla da poco con la ricetta degli gnocchi, riempirmi la casa di gnocchi non era ragionevole. Una sera da amici (Dani questa la dedico a te 😉 ) mi è stato offerto un buonissimo risotto di zucca. Non lo avevo mai mangiato e l’ho trovato molto delizioso.
E veniamo a noi 😀

06
01020405

Ingredienti
240 g di riso (meglio se arborio o carnarolio)
200-300 g di zucca
olio evo
1 scalogno
salsa si soia soyu
rosmarino
brodo vegetale
lievito alimentare (opzionale)

Preparazione
Per prima cosa devi pulire la zucca. Devi togliere la buccia e tutti i semi, poi tagliala a cubetti piccoli. In una padella fai rosolare lo scalogno finemente tritato e quando si sarà ammorbidito aggiungi la zucca. Falla rosolare per qualche minuto e aggiungi un cucchiaio di salsa soyu e una manciata di rosmarino. Prima di aggiungere il riso prendi un mixer ad immersione e frulla una piccola parte della zucca. Ora aggiungi il riso e ricoprilo di brodo vegetale ben caldo. Mescola bene, abbassa la fiamma e copri con il coperchio. Ogni tanto controlla che non si asciughi troppo e nel caso aggiungi un po’ di brodo (sempre caldo), mescola lentamente e ricopri. Continua così fino a fine cottura. Se preferisci alla fine puoi aggiungere 1-2 cucchiai  di lievito alimentare, ma non servirebbe, la mantecatura viene benissimo anche senza 😉
Mangia!

07

Con questa ricetta partecipo al menù Buona Pasqua Vegan

300. Buona Pasqua Vegan

Zucca

La zucca nasce nel Nord America dove costituiva uno degli alimenti principali della dieta degli indigeni. Come altri cibi come la patata e il pomodoro, fu importata in Europa in seguito alla scoperta dell’America. Le proprietà nutrizionali della zucca sono notevoli: oltre ad avere un basso contenuto di calorie (circa 15 ogni 100 grammi) è ricca di vitamine A e B, betacarotene, potassio, calcio, fosforo e fibre.

Classificato come l’ortaggio più grande presente in natura, la zucca è sicuramente sottovalutata dal punto di vista nutrizionale e poco impiegata in ambito culinario: ciò finisce per oscurare in parte le sue molteplici proprietà benefiche.

Il basso apporto calorico la rende un alimento ideale da integrare in praticamente ogni regime di alimentare equilibrato.

Come per la carota, la colorazione della zucca è da ricondurre ad una forte presenza di betacarotene e quanto più si avrà un colore vivo ed intenso, tanto più ci sarà una maggior presenza di tale elemento nell’ortaggio.

Il beta-carotene è un eccellente rimedio all’invecchiamento precoce del proprio organismo, oltre che stimolante per lo sviluppo di capacità sensoriali fra cui spicca per fama quella visiva.

La zucca è inoltre ricca di sostanze minerali fra cui il calcio, fosforo, rame, magnesio, zinco e potassio: modesto è invece l’apporto di fibre accompagnato però dalla numerosa presenza di aminoacidi come nel caso dell’acido aspartico.

Il betacarotene svolge una naturale azione contrastante nei confronti dei radicali liberi, oltre che risultare anti-infiammatorio e ricco di principi antiossidanti grazie all’apporto congiunto dei minerali presenti nell’ortaggio.

Per chi soffre di problemi di carattere diuretico o necessita di un processo distensivo a causa di disfunzioni intestinali, la zucca è probabilmente una scelta saggia e da prendere seriamente in considerazione anche come alimento non saltuario.

Gnocchi di zucca al radicchio rosso

Ciao amico/a, oggi è per me un piacere scriverti questa ricetta, perché per me è il top! Ho sempre odiato la zucca, mai mangiata in 40 anni di vita se non cruda (ebbene sì, l’ho mangiata una sola volta cruda!) e sinceramente non so spiegarmi come mai un mesetto fa mi sia venuta questa voglia di provare a cucinarla. Tant’è che ora l’adoro! Almeno in questa ricetta.

01
   

Ingredienti
1 kg circa di zucca con la buccia (meglio quindi se bio)
farina
salsa di soyu
rosmarino
2 ceppi di radicchio rosso
1 scalogno
4/5 gherigli di noce tritati

Preparazione
Innanzi tutto monda la zucca e tagliala a fette. Falla cuocere nella pentola a pressione con il cestello e inserisci qualche cucchiaio di salsa di soyu e due o tre rametti di rosmarino. Appena cotta frullala tutta, buccia compresa. Aspetta che si intiepidisca un po’ e incomincia ad aggiungere della farina fino a che l’impasto non risulti più troppo appiccicoso alle mani. Dalla palla di pasta taglia dei pezzi che dovrai rollare e tagliare in gnocchi della dimensione che più ti piace (a me per esempio gli gnocchi piacciono abbastanza grossi). Posa gli gnocchi fatti su un piano, vassoio o strofinaccio ben infarinato e lasciali riposare. Nel frattempo pulisci e taglia il radicchio a strisce. Fai soffriggere lo scalogno in un po’ d’olio evo (:-D extravergine d’oliva) e versa poi il radicchio. Bagnalo con della salsa soyu così eviterai di aggiungere del sale e lascialo cuocere a fuoco medio per 20 minuti affinché si ammorbidisca (se vedi che ti si asciuga troppo aggiungi dell’acqua di cottura della zucca). Fai cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e un po’ d’olio e appena verranno a galla toglili e falli saltare nel radicchio. Aggiungi alla fine le noci tritate e….Mangia!

Con questa ricetta SALATA partecipo al contest Felici e Curiosi

Felici e curiosi

BURRO VEGAN

Quando un vegano fa il risotto si trova di fronte ad un dilemma: mantecarlo con la margarina? o evitare!
Beh! Non è poi un problema così grande ormai, perché con questa ricetta sana e nutriente riuscirai a mantecare benissimo il tuo risotto senza dover utilizzare quelle schifezze di margarine che ci sono in commercio.

Immagine

Ingredienti
– 300 g di semi vari (es. mandorle e zucca)
– 250 g di acqua

Preparazione
Incomincia a frullare i semi senza liquidi per qualche secondo.
Stacca i semi dal bordo del recipiente e mescola bene per raffreddare il composto.
Aggiungi un po’ d’acqua. Frulla per qualche secondo.
Ripeti tutti i passaggi sopraelencati fino a quando non finisci l’acqua,
Frulla ancora per qualche secondo, fino a che il composto non risulti bello cremoso.
Usalo per mantecare oppure per fare dolci (se non lo sali). 🙂