Conchiglie ai porri

Ciao,
questa ricetta la dedico ad una mia cara amica, Giusy, che mi ha dato “l’imbeccata” 😉
Io naturalmente l’ho fatta un po’ a mio modo…molto delicata e molto buona.

06

Ingredienti
240 g di conchiglie
2 porri di medie dimensioni
2-3 cucchiai di panna vegan
pepe
sale
olio evo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Preparazione
Monda i porri e tagliali a rondelle sottili. In una padella scalda un po’ d’olio evo e aggiungi i porri. Falli ammorbidire, sala e aggiungi il pepe a volontà.
Cuoci la pasta e quando sarà cotta falla saltare nei porri insieme a 2-3 cucchiai di panna vegan.
Mangia!

Annunci

Medaglioni di muscolo di grano e verdure miste

Buongiorno, come va?
Questi medaglioni di muscolo di grano sono venuti proprio buoni. Naturalmente tutto handmade.
Le verdure sono un mix tra patate, zucchine e funghi 😀
Vediamo come preparare il tutto.

12

Ingredienti
2 zucchine
3 patate piccole
1 tazza di funghi champignon tagliati a piccoli pezzi
1 spicchi d’aglio
olio evo
rosmarino
8 fette di muscolo di grano
farina di ceci
acqua q.b.
sale
pangrattato o farina di mais

Preparazione
Per prima cosa pulisci bene le verdure, tranne i funghi (quelli non vanno mai lavati) e tagliale a piccoli pezzetti. n una padella (meglio se antiaderente) fai soffriggere l’aglio tagliato finemente, avendo cura di non farlo bruciare e poi aggiungi le patate. Falle saltare per qualche minuti, poi aggiungi le restanti verdure, un pizzico di rosmarino e porta a cottura abbassando un po’ la fiamma.
Ora prendi i medaglioni di muscolo di grano e passali in una pastella fatta da qualche cucchiaio di farina di ceci, un pizzico di sale e acqua quanto basta per rendere la pastella liquida quanto un uovo sbattuto per intenderci 😀
Passati nella pastella posali nel pangrattato o nella farina di mais. Scalda dell’olio e friggili come delle semplicissime cotolette.
Mangia!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ravioli di borragine

Ciao, come anticipato ho preparato i ravioli con ripieno di borragine e vegricotta.
La borragine è una pianta selvatica, ma la si può tranquillamente piantare nell’orto come se fossero piantine di spinaci, così potrai raccoglierla tutte le volte che vuoi 😉
Io, che non ho un orto e che non so minimamente dove andare a pescarla, fortunatamente ho un’amica che mi vuole tanto bene e che ogni tanto mi porta qualcosa dal suo orto e questa volta è stata la volta della borragine. Prima volta in assoluto che la cucina e che la mangio (il mio buon proposito continua 😀 ). Direi molto buona, decisamente da provare. Ma occhio durante la pulizia: la borragine ha una serie di micro spine che fanno un male cane. Consiglio un paio di guanti durante la pulizia delle foglie 😉  La borragine ha un bellissimo fiore blu-viola (le api ne andranno sicuramente matte).

Borago-officinalis-borragine Borragine1

E ora veniamo alla ricetta dei ravioli.

06

Ingredienti
PER LA PASTA:
500 g di farina di grano duro
il sostituto di 2 uova (clicca qui)
1 cucchiaio di olio evo
1-2 cucchiai di acqua
sale
PER IL RIPIENO:
300-500 g di borragine
300-400 g vegricotta
sale
noce moscata
maggiorana
pepe

Preparazione
Incomincia col preparare la pasta. Su di una spianatoia o in una ciotola unisci tutti gli ingredienti alla farina ed impasta per 15 minuti fino a che la pasta non risulta bella liscia. Forma una palla, ricoprila con della pellicola e mettila in un luogo fresco a riposare.
Mentre la pasta riposa prepara il ripieno. Prendi la borragine e puliscila bene (attenzione….alle spine…te l’avevo detto che pungevano 😉 ). Scottale per qualche minuto in acqua bollente salata. Scolale e strizzale bene. Con un mixer frullale bene. Ora mettile in una ciotola insieme alla vegricotta, il sale e tutte le spezie e mescola bene.
Ora riprendi la pasta e incomincia a fare i ravioli. Io ho steso la pasta a mano, con il mattarello e formato dei ravioli a mezzaluna, ma tu puoi farli come meglio ti piace, puoi stendere la pasta con la macchina e farli quadrati, rotondi ovali, grandi o piccoli…insomma come vuoi e come ti piacciono di più. Occhio solamente a non tirare la pasto troppo sottile altrimenti i ravioli ti si spaccano come è successo a me con alcuni e dalla foto si vedono 😉
Fatti i ravioli falli cuocere in acqua bollente e salata e appena cotti falli saltare in olio e salvia.
Mangia!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Risotto di zucca

Buongiorno!
Oggi ti propongo questo risotto. Ho una marea di zucca in frigo e in qualche modo la devo mangiare. Dato che la zucca, come ben sai se mi segui, ho iniziato a mangiarla da poco con la ricetta degli gnocchi, riempirmi la casa di gnocchi non era ragionevole. Una sera da amici (Dani questa la dedico a te 😉 ) mi è stato offerto un buonissimo risotto di zucca. Non lo avevo mai mangiato e l’ho trovato molto delizioso.
E veniamo a noi 😀

06
01020405

Ingredienti
240 g di riso (meglio se arborio o carnarolio)
200-300 g di zucca
olio evo
1 scalogno
salsa si soia soyu
rosmarino
brodo vegetale
lievito alimentare (opzionale)

Preparazione
Per prima cosa devi pulire la zucca. Devi togliere la buccia e tutti i semi, poi tagliala a cubetti piccoli. In una padella fai rosolare lo scalogno finemente tritato e quando si sarà ammorbidito aggiungi la zucca. Falla rosolare per qualche minuto e aggiungi un cucchiaio di salsa soyu e una manciata di rosmarino. Prima di aggiungere il riso prendi un mixer ad immersione e frulla una piccola parte della zucca. Ora aggiungi il riso e ricoprilo di brodo vegetale ben caldo. Mescola bene, abbassa la fiamma e copri con il coperchio. Ogni tanto controlla che non si asciughi troppo e nel caso aggiungi un po’ di brodo (sempre caldo), mescola lentamente e ricopri. Continua così fino a fine cottura. Se preferisci alla fine puoi aggiungere 1-2 cucchiai  di lievito alimentare, ma non servirebbe, la mantecatura viene benissimo anche senza 😉
Mangia!

07

Con questa ricetta partecipo al menù Buona Pasqua Vegan

300. Buona Pasqua Vegan

Il premio per “Il Blogger Versatile”

Non sono abituata a ricevere premi e quando arrivano sono così emozionata e imbarazzata che arrossisco da sola 😀
Questo premio l’ho ricevuto un po’ di giorni fa da peanutincookingland che ringrazio affettuosamente. Rispondo solo ora perché solo ora riesco, ma ragazzi! sarà veramente difficile svolgere il compito che mi richiede questo premio!!!
Vediamo in cosa consiste.
Il Versatile Blogger richiede di elencare 15 (QUINDICI!!!!) blog che abbiamo meno di 200 followers e già il numero per me è complicato se poi li devo scegliere tra quelli con meno followers! Ma ci proverò 🙂
Dopodiché richiede di elencare 7 cose che ancora non sai su di me…qua si fa veramente difficile eheheh… 😉

versatile_blogger_award

Iniziamo per gradi, le 7 cose segrete che non sai su di me:
1) Ho tre gatti: due femmine (Basty e Zapaquilda) e un maschio (Chico).
2) Ho frequentato mooolto tempo fa l’università di scienze dell’informazione (informatica per intenderci), per tre anni, per poi mollarla avendo capito che non era il campo adatto a me.
3) Amo il mare e fortunatamente ora vivo vicino al mare. Ma com’è possibile che quando sei lontana dal mare lo vedi molto di più di quando ci vivi??? Mah! Misteri della vita
4) Amo i funghi ma odio andarli a cercare…forse perché non li trovo proprio? Ci potrei passare sopra e non vederli.
5) Leggo molto da quando vivo con Alberto, ma ahimè non ricordo mai né i titoli né i finali dei libri che ho letto
6) Da quando ho aperto il mio blog non c’è verso di perdere un chilo…ma si può???
7) Amo ridere e le persone che sanno ridere alla vita

E ora veniamo all’elenco dei 15 blogger con meno di 200 followers:
– random kitchen
– let us drink the stars
– erbosacerdote
– tortedinuvole
– yourshoppingfriend
– usare.wordpress
– seminterra
– sale zucchero e cannella
– haylda
– vegdren
– eightdaysweek
salerosaricette
– equology-it
– christiansanchini
– laboratorioprogettincorso