Pancakes ossia frittelle di pasta madre

Ciao,
ti chiedo scusa per l’assenza, ma i vari lavoretti che stavo facendo mi hanno impegnato più del previsto e qualcosa dovevo pur abbandonare, almeno per un breve periodo. Ma eccomi di nuovo qui per una bella ricetta, sfiziosa, moooolto facile e genuina.
Io quando rinfresco la mia “bambina” (per ora non la ritengo ancora una signora, vista la tenera età 😉 ), di solito buttavo la parte in esubero, ma mi dispiaceva molto. Così questa volta mi sono fatta i pancakes 😀 o frittelle come oramai spopola nel cyberspazio 😉
Devo ammetere che li avevo già fatti qualche volta, all’inizio e non mi avevano entusiasmata tanto, ma ‘sta volta con la ricetta un po’ modificata sono venuti veramente una favola.

04

Ingredienti
Pasta madre avanzata da rinfresco (non rinfrescata)
1-2 cucchiai di zucchero di canna
2-3 cucchiai di latte di soia
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Preparazione
Metti la pasta madre in una ciotola, aggiungi gli altri ingredienti e mescola bene il tutto, anche nella planetaria o frullatore se preferisci. Il composto dovrà risultare molto diluito, tipo il “poolish” che si usa per alcune ricette di panificazione. Copri con della pellicola e lascia la pastella a riposare per almeno un’ora in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria (io uso sempre il metodo del forno spento con luce accesa).
Passata l’ora noterai che la pasta avrà formato tante bolle. Bene! E’ pronto da utilizzare. Prendi una padella antiaderente, sporcala leggermente di margarina e quando sarà calda versaci un cucchiaio di pasta al centro (la dose è a piacere, per pancakes più grandi usa dosi maggiori 😉 ). Quando la pasta incomincerà a fare delle bolle e a gonfiarsi girala, fai cuocere per poco meno di un minuto (nel caso gira un’altra volta) e togli dal fuoco. Continua così fino a fine prodotto. Io me le sono gustate con succo d’acero e Albe con del caramello fatto in casa (a breve la ricetta). Si dice che siano da mangiare ben calde, ma credimi che anche da fredde sono una delizia. Infatti mi era avanzato un pancake e volevo riscaldarmelo la mattina successiva per colazione. Naturalmente me ne sono dimenticata ehehehe…e me lo sono mangiato la sera così, freddo…. io l’ho trovato ancora più buono (del resto i gusti sono gusti!).
Mangia! 😀

chef5

N.B.: Ora mi trovi anche su Facebook o su Twitter

Annunci

Muffin al cioccolato

Eccomi con una nuova ricetta, dolce dolce 😀
Del resto si stanno avvicinando le feste e bisogna prepararsi!

Ingredienti
400 g di farina
100 g di fecola di patate
3-4 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 bustina di lievito per dolci
180 g di zucchero di canna (tipo muscovado)
1 pizzico di sale
100 g di cioccolato amaro
300 ml di latte di soia
150 ml di olio di semi

Preparazione
Preriscalda il forno a 180°C. In una ciotola unisci tutti gli ingredienti secchi (tranne il cioccolato) e in un’altra quelli liquidi. Mescola bene entrambi i composti e unisci i liquidi ai secchi. Continua a mescolare fino a che il composto non si sia ben amalgamato e aggiungi il cioccolato tagliato a pezzi (oppure le gocce di cioccolato se preferisci). Inserisci i pirottini negli stampi e riempili fino a 3/4 con il composto ottenuto.
Fai cuocere per 15-20 minuti.
Mangia!

Purè di patate

Buongiorno!
Questa naturalmente è una ricetta semplicissima, probabilmente nemmeno necessaria, ma chissà, qualcuno potrebbe ancora pensare che un vegan il purè non lo può più mangiare :-).

Ingredienti
patate
latte di soia q.b.
1 cucchiaio scarso di margarina vegan o olio evo
noce moscata
sale

Preparazione
Per prima cosa devi far bollire le patate. Usa la pentola a pressione, farai prima! 😉
Quando le patate saranno cotte schiacciale privandole della buccia e raccoglile in una padella, aggiungi la margarina, la noce moscata e aggiusta di sale. Incomincia a cuocere il purè mescolando bene e aggiungi poco alla volta un po’ di latte fino ad ottenere la consistenza che più ti piace (a me per esempio piace molto compatto, quindi ho aggiunto poco latte).
Mangia! 😀

VegRicotta

In realtà questa non è altro che il famosissimo ed introvabile (almeno dalle mie parti) tofu vellutato.
Non posso far altro che riportare la ricetta tale e quale a quella di Anto di VeganBlog.
L’unica modifica che farò, perché verificata, è che si può usare anche il latte di soia con l’aggiunta di calcio (Anto precisa di usare quello al naturale).
Non è una grande variante, lo so, ma volevo ribadirtelo perché, dato che nei supermercati è più facile trovare il latte con aggiunta di calcio, uno almeno non deve dannarsi a cercare quello al naturale a destra e a manca. Tutto qua 🙂 (non me ne voglia Anto).
Sto scrivendo questo articolo gustandomi un buon Primitivo di Manduria “NEKTARE”…. quindi amica/o che mi leggi, se stasera troverai più errori del solito sai perché….:-)


Ingredienti
1 l di latte di soia (anche con aggiunta di calcio, viene benissimo lo stesso)
1 cucchiaino raso di sale grosso
50 ml di acqua
3 cucchiai di aceto di mele

Preparazione
Scalda l’acqua con i tre cucchiai di aceto in un pentolino, mentre in un altro porta quasi ad ebollizione il latte (tieni a portata di mano il sale).
Prima che il latte raggiunga il bollore, spegni il fuoco e versa l’acqua con l’aceto ed il cucchiaio di sale.
Prima di versare il tutto nel latte, col cucchiaio fai formare il vortice nel latte (classico metodo per la cagliatura).
Mescola un po’ e lascia riposare, coprendo il pentolino, per un 1 ora.
Procedi prelevando i fiocchi di “ricotta” che si sono formati e versali in un colino o meglio (se ne possiedi) in un cestello da ricotta, poni il contenitore su una ciotola capiente e lascia scolare il siero che ancora uscirà dai fiocchi. Lascia riposare in frigorifero per 24 h.
E’ delicatissima, dolcissima e…tranquillo/a! L’aceto non si sente…:-)

Torta al cioccolato

Ebbene sì, un classico non poteva certo mancare!
Una torta da fare velocemente, quando hai ospiti inaspettati e non hai nulla in casa o, semplicemente tutte le volte che ti vuoi coccolare un po’ 😀

ImmagineIngredienti
200 g di farina
130 g di zucchero di canna
3 cucchiai di cacao amaro
1 tazza di latte di soia
1/2 tazza di olio di semi, o mais o girasole
1 bustina di lievito vanigliato per dolci

Preparazione
Preriscalda il forno a 140°C.
Versa in una ciotola l’olio e lo zucchero. Fai sciogliere lo zucchero e aggiungi il cacao.
Appena il cacao si sarà assorbito il tutto aggiungi la farina ed il lievito setacciati e poco alla volta il latte.
Ungi ed infarina una tortiera e versa il composto.
Cuoci per circa 50 minuti, controlla sempre la cottura con la prova stuzzicadenti (ogni forno lavora a suo modo).
Quando è cotta toglila dal forno e falla raffreddare. Prima di servire cospargila di zucchero a velo.
Mangia!